A Bergamo si indaga sulla rimozione di un rapporto dell’Oms sulla risposta italiana all’emergenza Covid

(foto: TIZIANA FABI/AFP via Getty Images)La procura di Bergamo (la provincia lombarda più colpita durante la prima ondata) sta svolgendo le indagini preliminari sulla supposta negligenza da parte delle autorità italiane nella gestione sanitaria della prima ondata di Covid-19. L’inchiesta è stata avviata per verificare l’eventuale coinvolgimento del ministero della Salute nella rimozione di un report dal sito dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), pubblicato online il 13 maggio scorso, che denunciava il mancato aggiornamento del piano pandemico italiano, rimasto fermo all’epidemia di Sars del 2006. Secondo quanto riportato dal quotidiano britannico Guardian, la rimozione sarebbe avvenuta su pressione del vicedirettore generale per le iniziative strategiche dell’Oms e membro della task force Covid-19 italiana Ranieri Guerra.
Dal momento che l’Italia è stata il primo paese europeo a essere travolto dal coronavirus, l’obiettivo del documento era quello aiutare altri paesi a evitare il tipo di …




Leggi la notizia completa