Abbiamo letto Domani, il nuovo quotidiano dell’ingegner De Benedetti

Si dice che la nascita di un nuovo giornale sia sempre una buona notizia per la democrazia. Ciò non è del tutto vero, perché se la pluralità di voci è la vera misura di un dibattito pubblico maturo, meno salutare è la finzione narrativa di accordare a ognuna di quelle voci pari dignità. Del resto, basta fare un giro in edicola per rendersi conto di quanto poco alcune avventure editoriali abbiano a che fare con l’informazione e con il servizio pubblico – che dovrebbe essere la missione ultima del giornalismo – e di quante invece contribuiscano a creare un rumore di fondo diffuso e indistinto, picconando giorno dopo giorno le basi della convivenza civile, i diritti delle minoranze, la rappresentazione dei soggetti fragili. In ultima analisi, la nostra democrazia. 
Per questo la nascita di un nuovo giornale è semplicemente una notizia, che diventa …




Leggi la notizia completa