Anche Coop scommette sul 5G

(Foto via Pixabay)Un investimento da 60 milioni, la sostituzione di 1,5 milioni di schede sim e l’obiettivo di servire fino a 3,5 milioni di soci nei prossimi cinque anni: Coop Voce diventa operatore telefonico interamente virtuale (full mvno) e si lancia con entrambi i piedi nel mercato dati alla vigilia del debutto del 5G in Italia. La compagnia di Casalecchio, fatturato da 86 milioni di euro e primo operatore virtuale ad aver esordito in Italia nel giugno 2007, taglia il traguardo dei 12 anni scollegando la propria infrastruttura da Tim, tranne che per l’accesso alla rete.
L’obiettivo è acquisire autonomia nell’offerta dei servizi dati in un mercato altamente competitivo: gli italiani usano in media lo smartphone 5 ore al giorno e 4 utenti su 10 (il 37%) a stento ci starebbero lontano per due ore. Vicini all’oggetto, ma poco fedeli: uno su tre (il 30%) pensa di cambiare operatore nei prossimi sei mesi e il …




Leggi la notizia completa