Anche Ikea vuole produrre batterie per la casa

(Foto: Ikea)E così dopo Tesla e Google, anche Ikea entra ufficialmente nel mercato delle batterie per la casa. La sua tecnologia – chiamata Solar Battery Storage e realizzata in collaborazione con l’azienda di settore Solarcentury – è stata presentata dopo l’annuncio, da parte del governo inglese, di un piano nazionale d’investimenti in tecnologie green che mira a far risparmiare 40 miliardi di sterline entro il 2050.
La Solar Battery Storage infatti, è stata pensata in un primo momento solo per il mercato britannico.
Il gruppo svedese che, insieme a Solarcentury, ha iniziato già da qualche tempo a vendere pannelli solari, vuole ora aiutare i proprietari a non perdere l’energia pulita accumulata durante le ore diurne. L’idea è quella di immagazzinare quanto prodotto dai pannelli fotovoltaici, per poterlo poi usare nei momenti di necessità.

(Foto: Ikea)“Il costo dell’installazione di pannelli è sceso incredibilmente negli ultimi anni e, di fatto, è cento volte più economico di 35 anni fa – ha spiegato Hege Saebjornsen, manager Ikea della sostenibilità per Regno Unito e Irlanda – Con le bollette aumentate del 15% quest’anno, non c’è momento migliore per i clienti di tornare a prendere il controllo e massimizzare i risparmi passando al solare”.
Secondo le stime di Ikea infatti, una casa inglese consuma in media solo il 40% dell’energia generata durante il giorno, causa l’assenza dei proprietari. Il restante 60% non viene utilizzato ma reimmesso nella rete elettrica nazionale, a prezzi ben inferiori rispetto al suo valore nominale. I vantaggi promessi sono notevoli. Secondo il gigante svedese della casa, in questo modo i proprietari potranno usare fino all’80% dell’energia solare prodotta. Con un risparmio sulle bollette della luce che può arrivare al 70%, già dal primo anno. Si parla di 380 sterline l’anno a fronte di un costo medio di circa 584 sterline.
Un risparmio consistente, ma necessario anche per rientrare, il più rapidamente possibile, dalle spese di installazione. Non proprio una passeggiata: l’investimento iniziale dovrebbe aggirarsi sulle 3000 sterline (circa 3350 euro) per un solo modulo. Ossia un battery pack da 3.3 kilowatt/ora, che equivale a 200 watt per 14 ore e mezza.
Il Solar Battery Storage funzionerà anche con pannelli già installati anche se, in questo caso, la spesa per l’adeguamento dell’impianto potrebbe far lievitare il costo iniziale fino a 5000 sterline circa. Unica spesa ulteriore: 20 sterline (22 euro) annuali per la manutenzione. Secondo i calcoli fatti da Ikea, la spesa per un impianto a pannelli solari comprensivo di Solar Battery Storage potrà essere ammortizzata in una dozzina di anni.

The post Anche Ikea vuole produrre batterie per la casa appeared first on Wired.




Leggi la notizia completa