Anche per la finanza scatta l’ora della svolta sostenibile

Fridays for future, il movimento ispirato alla tenace attivista Greta Thunberg, la rivoluzione verde dei giovani. Alla presa di coscienza dei popoli si affianca una presa di posizione delle istituzioni. A partire dal 2021 nell’Unione europea sarà effettivo il divieto di utilizzare gli oggetti in plastica monouso. E, ancora, pochi giorni fa la Banca mondiale ha lanciato i bond dedicati alla lotta alla plastica, in particolare per la salvaguardia dei mari e degli oceani. Ma è sufficiente?
Secondo la Royal statistical society, la quantità di plastica prodotta a livello mondiale è passata dai due milioni di tonnellate del 1950 ai 380 milioni del 2015. E l’Italia è un Paese che ha esportato 197 mila tonnellate rifiuti di plastica nel 2018, circa il 2,25% del totale a livello mondiale. “È un problema di una tale dimensione che o la finanza entra in campo oppure è difficile che gli sforzi individuali siano efficaci oltre che nobili”, dichiara  …




Leggi la notizia completa