Attenzione a dire che il tasso di positività è crollato

(illustrazione: Getty Images)Si legge su diversi quotidiani che il tasso di positività al coronavirus nella giornata di oggi è crollato dal 10,7 di ieri al 5,9% del 15 gennaio. Una variazione al ribasso di quasi il 50% che si guadagna chiaramente le homepage. Ma bisogna fare attenzione, perché in realtà le cose sono un po’ più complesse di così, per due ragioni.
1. Da oggi si contano anche i tamponi antigenici
Dal 15 gennaio nei numeri diffusi dalla Protezione civile aggiunge al totale di tutti i test eseguiti non solamente i tamponi molecolari, quelli cui siamo ormai abituati, che richiedono per l’analisi qualche giorno, ma anche i tamponi (o test) rapidi antigenici. Si tratta di test più veloci, che nelle ultime settimane sono stati adottati massicciamente dalle regioni italiane, ma che non erano ancora considerati nei numeri ufficiali presentati. Rispetto al numero totale di tamponi che vengono fatti in Italia, la differenza è apprezzabile: …




Leggi la notizia completa