C’è un progetto per creare un traduttore automatico di geroglifici

Foto: Jeremy Bezanger | UnsplashCarpire i segreti dietro i geroglifici grazie all’informatica (e passando per la medicina): l’intelligenza artificiale, infatti, promette di fare luce sulla comprensione dei documenti scritti dell’antico Egitto a partire da semplici scatti fotografici, su qualsiasi supporto essi siano scritti. Tutto grazie all’utilizzo del deep learning, che sfrutta gli algoritmi basati su reti neurali per l’analisi delle immagini, una tecnica ampiamente utilizzata in tutti i campi della conoscenza, compresa l’analisi di immagini biomediche. Grazie all’impiego di questo paradigma decisamente innovativo, sarà possibile riconoscere, classificare e supportare la traduzione di testi antichi in maniera automatica: è quanto emerge da uno studio frutto di una collaborazione tra Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr), l’Università di Firenze e il Center for Ancient Mediterranean and Near Eastern Studies (Camnes), di Firenze. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Ieee Access.
I testi di 5.000 anni fa, …




Leggi la notizia completa