Come si è concluso il vertice dei giovani leader dell’ambiente a Milano

Youth4Climate, un momento della plenaria finale (foto: Antonio Piemontese)Non si fidano. “Com’è possibile combattere il cambiamento climatico se i dati sono già vecchi di anni quando vengono pubblicati?”. È una delle domande, forse tra le più pregnanti, posta dai ragazzi nella plenaria finale di Youth4Climate, kermesse milanese che ha messo attorno a un tavolo quattrocento giovani delegati per confrontarsi sul cambiamento climatico e dare suggerimenti agli adulti che si ritroveranno alla Cop26 di Glasgow a inizio novembre.
La tre giorni lombarda, primo evento del genere (come non ha mancato di ripetere il ministro alla Transizione ecologica Roberto Cingolani, padrone di casa) ha visto la città aprire le porte nonostante la pandemia. I quattro tavoli di discussione (con tampone per tutti ogni 48 ore) hanno prodotto un documento comune che sarà presentato a Glasgow al meeting di diplomatici ed esperti. Una riunione-monstre su cui si riversano molte aspettative, …




Leggi la notizia completa