Con il viaggio in Bahrain la sfrontatezza di Renzi è giunta a un punto di non ritorno

L’avevamo lasciato comodamente seduto in poltrona a disquisire con il suo amico principe saudita Mohammed Bin Salman, lo ritroviamo ora a fare lo stesso con il primo ministro del Bahrain, Salman ben Hamad Al Khalifa. Parliamo ovviamente di Matteo Renzi, che ancora una volta è stato pizzicato in un palcoscenico noto per lo stato critico dei diritti umani, non in veste istituzionale ma per questioni private.  Non ha resistito al rombo dei motori il leader di Italia Viva, che si è recato in Medio Oriente a gustarsi il primo Gran premio dell’anno con tutta la sfrontatezza che lo contraddistingue. Certo, viaggiare all’estero si può per noi comuni cittadini, in quel paradosso per cui la libertà di spostamento sussiste se ti rechi in un altro continente, ma non se esci dal circondario di casa. Figuriamoci quindi se la cosa non vale per un politico come Matteo Renzi, trottola …




Leggi la notizia completa