Coronavirus, nei primi mesi del 2020 circolavano in Lombardia 7 varianti

(foto: Michael Gaida via Pixabay)Dopo la scoperta a Milano della possibile paziente 1 italiana, che aveva il nuovo coronavirus già in novembre 2019, oggi arrivano nuove informazioni sulla circolazione del Sars-Cov-2 in tutta la Lombardia, una delle regioni più colpite, anche considerando le dimensioni del territorio, soprattutto nella prima fase. Uno studio condotto dall’Università Statale di Milano, insieme all’ospedale Niguarda e al policlinico San Matteo, ha scoperto sette diverse varianti del coronavirus circolanti in Lombardia nella prima fase dell’epidemia, da febbraio a aprile 2020. Questo farebbe pensare che il patogeno fosse circolante all’interno della popolazione almeno un mese prima dei primi casi a Lodi. I risultati sono pubblicati su Nature Communications. Ecco cosa sappiamo delle sette varianti, che non hanno nulla a che vedere con quelle scoperte recentemente nel Regno Unito, in Sudafrica e in Brasile.
Lo studio della Statale
La Statale di Milano è fortemente impegnata nella …




Leggi la notizia completa