Cybersecurity, pronto il piano nazionale per difendere i servizi “essenziali”

Malware (Getty Images)Il piano italiano sulla cybersecurity entra nel vivo. Entro la fine di maggio il Dipartimento per le informazioni sicurezza (Dis), che vigila sullo spazio cibernetico nazionale, spedirà le prime istruzioni per rinsaldare le difese dei servizi essenziali per la vita quotidiana di cittadini e imprese, come centrali energetiche, mezzi pubblici, banche, acquedotti e ospedali.
L’ufficio, guidato dal direttore Gennaro Vecchione e dal vice, Roberto Baldoni, sta ultimando le prime linee guida per attivare le protezioni previste dalla direttiva Nis (network and information security), che punta a rafforzare le risposte degli stati dell’Unione europea a un attacco cibernetico.
Servizi essenziali sotto protezione
Tra le varie prescrizioni, la Nis prevede che gli operatori che offrono servizi essenziali (i cosiddetti ose), come trasporti pubblici, acqua, servizi finanziaria, energia, riscaldamento, telecomunicazioni e assistenza sanitaria, adottino alti standard di cybersecurity. In Italia ne sono stati individuati 465, tra aziende pubbliche e …




Leggi la notizia completa