Ecco chi punisce il revenge porn nel resto del mondo

(foto: BAY ISMOYO/AFP/Getty Images)Con l’approvazione in prima lettura di un emendamento al ddl Codice rosso, il parlamento italiano ha avviato l’iter che porterà il nostro paese a dotarsi di una legge sul revenge porn. La proposta, che appena sei giorni fa era stata presentata congiuntamente da Forza Italia, Partito democratico e Liberi e uguali – senza tuttavia ottenere il via libera della Camera – è stata riformulata in commissione Giustizia dalla relatrice Stefania Ascari del Movimento 5 stelle ed è passata con 461 voti a favore e nessuno contrario.
Il provvedimento, una volta licenziato definitivamente dalle camere, introdurrà il reato di pubblicazione e diffusione di materiale privato a contenuto sessualmente esplicito senza il consenso della persona ritratta e prevede pene fino a 6 anni di carcere e multe dai 5mila ai 15mila euro.
L’assenza di una legge in grado di regolare tale dinamica aveva generato un vivace dibattito nel 2016, …




Leggi la notizia completa