Facebook, il Parlamento inglese non molla: vuole in udienza Zuckerberg

WASHINGTON, DC – APRIL 10: Facebook co-founder, Chairman and CEO Mark Zuckerberg testifies before a combined Senate Judiciary and Commerce committee hearing in the Hart Senate Office Building on Capitol Hill April 10, 2018 in Washington,  Photo by Zach Gibson/Getty Images)La Gran Bretagna vuole Mark Zuckerberg a testimoniare e non cederà di un passo. Se l’azienda avesse mai pensato di tenere tutti buoni mandando il chief technology officer Mike Schroepfer davanti ai parlamentari (è successo la scorsa settimana), sappia già che l’invito a comparire davanti alle istituzioni non è finito nel dimenticatoio. Questo ha ricordato Damian Collins,  presidente del Comitato per digitale, cultura, media e sport del Parlamento, in una lettera formale spedita all’azienda.
L’ad di Facebook è invitato a comparire nel corso del suo tour europeo, in particolare il 24 maggio a Londra – recita la lettera che Collins ha pubblicato anche su Twitter – e se non fosse disponibile, dovrà farlo la prossima volta che si troverà in Gran Bretagna.

I have today written to @facebook requesting that Mark Zuckerberg appears in front of @CommonsCMS as part of our inquiry into fake news and disinformation. Read it here: https://t.co/jXZ5TjiZld pic.twitter.com/m0NU5Uyf2L
— Damian Collins (@DamianCollins) May 1, 2018

Che i legislatori britannici fossero rimasti sbalorditi dall’assenza di Zuckerberg – che ha declinato per tre volte l’invito a comparire – era cosa nota, ma questa volta hanno messo nero su bianco le loro intenzioni, forti di alcuni follow up promessi da Schroepfer.
Sono quaranta i punti sui quali i parlamentari britannici intendono avere ulteriori delucidazioni, avendo trovato non sufficientemente dettagliate le risposte fornite dal Cto. A niente sono valsi gli annunci di nuovi strumenti per la trasparenza per chi intende pubblicare pubblicità sulla piattaforma. L’atmosfera tesa che ha accompagnato l’udienza di Schroepfer non accenna a placarsi: la Gran Bretagna vuole Zuckerberg a rapporto. Facebook ha tempo fino all’11 maggio per rispondere alla richiesta di convocazione.
The post Facebook, il Parlamento inglese non molla: vuole in udienza Zuckerberg appeared first on Wired.




Leggi la notizia completa