Game of Thrones 8, la recensione del secondo episodio

Dopo l’accoglienza prevedibilmente mista del primo episodio (qualcuno l’ha trovato solido, qualcun altro debole), anche questa settimana Game of Thrones prosegue sullo stesso tracciato: poca azione, molti incontri, parecchi nodi che vengono al pettine.Jaime Lannister arriva a Winterfell, dove si svolge l’intero episodio. L’accoglienza che riceve non è delle migliori, dati i suoi trascorsi tanto con gli Stark tanto quanto con i Targaryen, e la sua presenza è sufficiente a far affiorare in superficie le tensioni nell’aria tra Sansa, Daenerys e Jon. Jaime se lo aspettava, tuttavia, e mantiene lo stato di rassegnazione dimessa che da un po’ di tempo caratterizza il personaggio. Poco male, dato che si tratta di uno tra i più riusciti dell’intera saga, e questo diventa ancora più evidente nel momento in cui prima Bran, poi Tyrion, lo mettono davanti alla verità; il primo non perdonandolo, il secondo smontando …




Leggi la notizia completa