Green pass: cosa fare in caso di ritardi o errori

Ormai da alcune settimane, molte persone in Italia  stanno ricevendo il green pass, la certificazione europea che attesta l’avvenuta vaccinazione, la guarigione o la negatività a un test per il Covid-19. Grazie al sistema di interoperabilità, dal primo luglio il pass è riconosciuto in tutti gli stati membri dell’Unione europea e può essere usato per viaggiare senza restrizioni sanitarie. Tuttavia, da alcuni giorni stanno emergendo diverse problematiche, almeno per gli utenti italiani che hanno segnalato errori e ritardi.
Nonostante il governo abbia indicato il 28 giugno come data limite per far arrivare la certificazione a chi si è vaccinato a partire dal 27 dicembre 2020, molte persone stanno segnalando di non aver ricevuto il green pass sull’app Io per i servizi della pubblica amministrazione, che dovrebbe inviarlo automaticamente. L’applicazione però, può mostrare la certificazione solo quando trasmessa dalla Piattaforma nazionale Dcg del ministero della Salute, quindi si suppone che …




Leggi la notizia completa