Huawei presenta uno smartwatch con 30 giorni di autonomia

Oltre agli sfavillanti nuovi smartphone Mate 20 e Mate 20 Pro, Huawei ha presentato nel corso del suo evento globale anche un altro dispositivo non di poco conto: si tratta di Huawei Watch GT, uno smartwatch decisamente diverso dalla maggior parte di quelli visti finora.Intanto il dispositivo on monta il consueto sistema operativo Wear OS realizzato da Google ma un software proprietario; soprattutto però vanta un’autonomia da ben 30 giorni, almeno con un utilizzo basilare.

Il gadget ha l’aspetto di uno smartwatch fatto e finito, con display oled circolare e un look ripreso dai precedenti prodotti del gruppo. All’interno però utilizza un doppio processore che divide il carico di lavoro tra le operazioni di routine e quelle più complesse, attivando l’unità più energivora solo quando veramente necessario.

In questo modo il valore dell’autonomia media cambia a seconda dell’utilizzo di ciascuno. I trenta giorni promessi si riusciranno a tirare fuori solo con un utilizzo basilare del gadget .imitato solo alle funzioni di orologio, ma Huawei assicura che con la rilevazione del battito cardiaco attivata e circa 90 minuti di esercizio a settimana il dispositivo può rimanere attivo anche a due settimane, mentre gli sportivi che desiderano mantenere il monitoraggio attivo tutto il giorno dovrebbero comunque riuscire a spremere circa 22 ore di carica dall’orologio.
All’interno ospita tutto ciò che si può desiderare da uno smartwatch — da un’antenna gps all’altimetro, passando per giroscopio e resistenza all’acqua — ma dovrà scontrarsi con il fatto che a disposizione non avrà un quantitativo di app paragonabile a quelle dei dispositivi Wear OS e WatchOS. Il prezzo sarà di 199 euro per la variante sport e a 249 euro per la variante Classic.
The post Huawei presenta uno smartwatch con 30 giorni di autonomia appeared first on Wired.




Leggi la notizia completa