I 15 migliori teen movie di sempre

È un oceano il genere dei teen movie. Infinite variazioni, tempi, sottogeneri e personaggi ricorrenti. Sono di fantascienza, in costume, instant e d’orrore, sono principalmente sentimentali ma nel tempo hanno finito per essere anche d’azione e nostalgici, vintage e d’autore.
Una macchina da incassi che non conosce tregua né crisi, così tanto che anche Marvel, con il suo personaggio più teen, ha cercato di centrare a lungo il tono giusto. C’è riuscita ora con Spider-Man: Homecoming. Il film di Jon Watts uscito adesso in Italia ha il tono, il mood e l’ambientazione da teen movie perfetta, fa quell’uso spietato degli stereotipi e delle categorie umane tipiche del genere ma sa anche modernizzarle e trovare una maniera personale di reinterpretare il classico.
Ci è venuto naturale ripassare i migliori esempi e nella non facile impresa di radunare i più grandi teen movie di sempre abbiamo però unito titoli internazionali, i primissimi esempi, i più grandi classici e le chicche meno note.
15. Gioventù Bruciata
Il padre di tutti. Non propriamente il primo ma di certo il più importante ed influente tra i film giovanili. Centrato sul malessere adolescenziale, il conflitto con i genitori, i primi amori e le sfide con gli altri, Gioventù Bruciata prelude a tutto il ribellismo degli anni ‘70 in un film così smaccatamente dalla parte dei ragazzi, girato dal loro punto di vista e lontano da quello dei genitori da aver fatto epoca.
14. American Pie
Nella gloriosa tradizione iniziata da Animal House, che ha preso una piega più decisamente goliardica con i vari Porky’s, American Pie ha settato uno standard nuovo e unico. L’eccitazione e il desiderio messi in scena perché siano consumati dagli spettatori, l’unica possibile e vera risposta al teen movie femminile che ha dominato per anni arriva con un oceano di nudità e volgarità liberatorie. Non a caso nasce qui uno dei termini più fortunati e necessari degli ultimi anni: milf.
13. La vita è un sogno
Teen movie d’autore americano. Richard Linklater fotografa un istante nella vita di alcuni ragazzi nell’ultimo giorno di scuola del 1976. È un omaggio esplicito a American Graffiti, che pure raccontava la fine della scuola andando 20 anni indietro nel passato. L’abbandono di una realtà per un’altra, il dividersi delle strade e le aspettative per il futuro. Ruolo indimenticabile e fondamentale (il primo) all’epica per Matthew McConaughey, così tanto che anche ritirando il Golden Globe ha citato il tormentone del suo personaggio: “Alright alright alright” le prime tre parole che l’attore abbia mai detto in un film.
12. Sposerò Simon Le Bon
Instant movie anni ‘80 italiano, uno dei primi e più riusciti esempi di teen movie nostrano, in cui tutte le componenti classiche (amori, famiglie, fratelli, amici, scuola) si incrociano intorno alla moda dei Duran Duran. È tutta una scusa per muovere amori, amicizie e tentativi di ribellione piccolo borghesi nella Milano degli anni ‘80. Ma a suo modo è perfetto.
11. Ritorno al futuro
Noto più che altro come film di fantascienza, in realtà è un teen movie mascherato. Del genere ha tutte le componenti, dall’avventura paradossale di un ragazzo impreparato a tutto fino ad una forma originalissima di conflitto con i genitori. L’ambientazione scolastica degli anni ‘50 non fa che enfatizzarne le difficoltà e le sfide alle convenzioni, inoltre il viaggio nel tempo (come accade in Peggy Sue si è sposata) è un espediente dal fascino irresistibile.
10. Stand By Me
Retrodatando di qualche anno l’età convenzionale dei protagonisti Rob Reiner mette in scena bambini di 12 anni ma alle prese con il passaggio all’età adolescenziale e soprattutto a contatto con tutti i temi tipici del teen movie. La cornice del ricordo offusca un po’ tutto e lo rende meno capace di parlare ai coetanei ma dall’altro lato gli dona un’aura eterna, il simbolo imperituro e per tutte le generazione delle memorie infantili.
9. Donnie Darko
Alla fine anche il dark ha avuto il suo teen movie. Invece che essere zuccheroso e solare come di solito sono i film adolescenziali, Donnie Darko è pessimista, ripiegato verso l’intimo e problematico, un film puzzle da vedere più volte contaminato da musiche anni ‘80 new wave e dark, pieno di echi funerei ma anche il più determinato a criticare il conformismo sociale, la lotta senza quartiere di un adolescente per non essere come gli altro vorrebbero fosse. Ironia della sorte Donnie si scontra con un idolo dei teen movie di 20 anni prima, Patrick Swayze.
8. Il tempo delle mele
Prodotto francese che ha girato il mondo, è stato rifatto e ha avuto infinite imitazioni. Il tempo delle mele a partire dal titolo è un minuscolo romanzetto rosa di formazione dall’impatto innegabile. Romanticismo preadolescenziale puro, ha ritratto come nessun altro film l’innocenza e lo squallore delle feste delle medie, i primissimi amori e lo spaesamento sentimentale femminile.
E con la scena di un ballo lento mentre tutti ballano ad un altro tempo ha creato una delle scene più kitsch e romantiche in assoluto.
7. I Goonies
Di nuovo un teen movie retrodatato ad un’età preadolescenziale eppure perfetto per temi, senso dell’avventura, ardore e voglia di non fare ciò che si dovrebbe. I Goonies parte tutto da una piccola ribellione, una fuga, e diventa una strana forma di maturazione assieme a ragazzi più grandi, contro dei criminali, all’inseguimento di un tesoro. Un’avventura da sogno di un bambino, vissuta da adolescenti.
6. Mean Girls
Esempio recente di come ad inizio anni 2000 il genere abbia visto una piccola rinascita (cosa che capitò anche in Italia). Scritto da Tina Fey, interpretato dalla star teen del momento Lindsay Lohan, Mean Girls parte dell’idea della metafora tra liceo e savana ma va molto più in là. Spietato come si conviene ma anche scritto benissimo e capace di usare le figure tipiche per raccontare la fatica del mantenere una propria individualità in un’età che grida conformismo.
5. Christiane F.
Quintessenza del teen movie musicale, in cui musica, droga, rock e odio sociale si fondono in un nichilismo senza appello, Christiane F. è un dramma potente e pieno di musica, pensato intorno alla presenza berlinese di David Bowie, ha figliato tantissimi altri film concepiti intorno ad un concerto o un musicista.
4. Tutto accadde un venerdì/Quel pazzo venerdì
Originale del ‘76 e remake del 2003 sono gli esempi aurei dei film di scambio dei corpi, in cui un genitore e un figlio finiscono l’uno nel fisico dell’altro e devono vivere la vita che tanto criticano. Dinamica eterna copiata un numero incalcolabile di volte ma sempre finalizzata al racconto dell’età adolescenziale e non viceversa.
3. Una pazza giornata di vacanzaFerris Bueller non vuole andare a scuola e fa di tutto per passare la miglior giornata di vacanza della sua vita proprio mentre dovrebbe stare in classe. Ruba una macchina, si dirige in città, e si darà alla pazza gioia per poi rientrare miracolosamente in tempo a casa e non essere scoperto.
Un film epico, in cui il protagonista (Matthew Broderick) parla continuamente con il pubblico e interpreta un personaggio molto poco convenzionale che non risponde a nessuno dei molti stereotipi del teen movie. Diretto dal maestro del genere, John Hughes.
2. Dirty Dancing
Probabilmente uno dei film più amati di tutti i tempi. Nasce come cinema di nostalgia, ambientato negli anni ‘50 per enfatizzare le costrizioni sociali che vedono la protagonista Baby, messa in un angolo dal desiderio che non riesce ad esprimere, ma che imparerà a conoscere grazie ad un insegnante di ballo, fino a riuscire ad esprimerlo nel finale in un momento di grandissima metafora della maturazione sessuale. Tripudio del garbo, non accade molto ma si intuisce tutto, apoteosi del sentimento unito alla pulsione sessuale che risvegliano una ragazza timida.
1. Breakfast Club
Probabilmente il film migliore di John Hughes, 5 adolescenti in punizione sono costretti a confrontarsi per tutta una giornata. Gli stereotipi del teen movie che interpretano se stessi, sono messi a confronto e costretti lentamente a diventare più dello stereotipo che rappresentano. Hughes mette in scena le convenzioni e le supera nel tempo di un film, rinuncia al dinamismo del genere, chiude tutti in una stanza, lavora di dialoghi e gira un film praticamente perfetto.
The post I 15 migliori teen movie di sempre appeared first on Wired.




Leggi la notizia completa