I 5 peggiori film con supereroine visti al cinema

Recentemente il cinema sta riscoprendo la possibilità di esplorare un nuovo ruolo d’azione per le donne per nuove tipologie di film, una nuova dimensione all’interno dei generi di maggiore successo con ruoli da protagoniste. Non che non capitasse in precedenza ma i risultati erano uno più sconfortante dell’altro e i film di supereroi non facevano eccezione. Negli anni del Batman di Tim Burton o del Superman di Richard Donner le donne venivano rese protagoniste di film con team creativi ingiudicabili e gli esiti erano conseguenti.
Le cose sono cambiate parecchio, Wonder Woman l’ha dimostrato, e l’uscita questa settimana Ant-Man & The Wasp, in cui all’eroe già raccontato nel primo film viene affiancata la sua partner con ugual presenza scenica e una trama più interessante (ma un interprete meno azzeccata ahimè!), lo sancisce anche per l’universo Marvel. Il film è infatti il primo tentativo dei Marvel Studios di recuperare anche quella dimensione ed inserirla a pieno titolo in un universo in cui le donne fino ad ora sono state sempre spalle o linee romantiche (l’uso pessimo di star come Scarlett Johansson e Natalie Portman grida vendetta).
A dimostrare la disparità di trattamento abbiamo realizzato una galleria dei 5 peggiori orrori portati al cinema con la scusa di supereroine al femminile, film abbandonati a se stessi, scritti coi piedi e realizzati anche peggio. Progetti senza fiducia per film senza personalità.
5. Red Sonja
Figlio del successo di Conan il barbaro arriva lo “spin-off sulla donna”. Ad interpretarla è sempre Brigitte Nielsen ma tutto sembra sfiatato e privo di mordente, non c’è certo quell’epica da John Milius che permeava il film con Schwarzenegger, a nessuno interessa sia un buon film e il risultato è una sciapa imitazione, ridotto sotto ogni punto di vista.
4. Elektra
Di nuovo uno spin-off, questa volta di uno dei peggiori film mai tratti da un personaggio Marvel in un’era pre-Marvel Studios, il Daredevil con Ben Affleck. Jennifer Garner lì faceva Elektra e nel film a sé dedicato riesce quasi a peggiorare l’esito dell’originale al maschile, ribassando le ambizioni e duplicando le incertezze.
3. Barb Wire
Per capitalizzare il successo di Pamela Anderson nella serie tv Baywatch le affidano con buona pensata un personaggio dei fumetti. Lei con il suo fisico sproporzionato da pin-up è perfetta per incarnare un personaggio disegnato per essere sexy. Peccato che la produzione fosse così scalcinata da non avere nemmeno la minima voglia di confezionare un film ambizioso e non avesse nemmeno le capacità per realizzare qualcosa anche soltanto medio.
2. Supergirl
Dopo il Superman di Richard Donner qualcuno ha la buona idea di espandere l’universo DC facendo entrare anche la cugina di Kal El. Supergirl è però il perfetto esempio di cosa non andasse con i film sulle supereroine, perché se per l’eroe maschile era stato schierato un pezzo da novanta in una produzione importante e ambiziosa, qui tutto è realizzato tirando i remi in barca. Le scene d’azione sembrano recitate senza una coreografia e a velocità risibile, anche i dettagli sono lasciati al caso invece di preoccuparsi della credibilità del tutto.
1. Catwoman
Considerato il peggiore film di supereroi mai girato e uno dei peggiori di sempre, non riesce ad essere nemmeno divertente in maniera involontaria. Catwoman con Halle Berry nasce male, viene prodotto male e i suoi disastri si accumulano in una valanga di cattive sceneggiature che sul set diventano pessime scene dirette con i piedi. Così alla fine anche un’attrice vincitrice di Oscar diventa una pessima interprete con una cascata di maledizioni e follie collettive che le si abbattono sulla testa.
The post I 5 peggiori film con supereroine visti al cinema appeared first on Wired.




Leggi la notizia completa