IFA 2016: Osmo Mobile rivoluziona i video da smartphone

FULLSCREEN sfoglia la gallery Dji Osmo Mobile Dji Osmo Mobile Dji Osmo Mobile Dji Osmo Mobile Dji Osmo Mobile Dji Osmo Mobile Il maggior punto di forza dei droni è la stabilizzazione della fotocamera. Riuscire a tenerla ferma e a evitare le fastidiose vibrazioni non è facile ma Dji, la mamma del Phantom, è una delle aziende che ha maggiormente vinto questa sfida.
Ora però è il momento di una svolta e il marchio cinese ha pensato di portare quell’esperienza volante anche su smartphone. Ecco quindi Osmo Mobile.
A vederlo sembra una manopola, lo si impugna con una sola mano e ha i tasti di comando a portata di pollice, come accensione e avvio della registrazione. Dietro ecco il grilletto azionabile con l’indice: due colpi e la fotocamera ritorna al suo posto, tre e passa dalla frontale alla posteriore e viceversa.
Sopra c’è l’alloggiamento per lo smartphone, il vero cuore del sistema. Questo gimbal a tre assi è molto preciso che tiene sempre la camera puntata dove vogliamo noi a prescindere dai movimenti che facciamo. La funzione di Osmo Mobile dopotutto è realizzare video superstabilizzati anche in situazioni in cui non si può usare il cavalletto. Puoi fare riprese mentre salti, vai in moto o in bicicletta e la fotocamera sarà sempre fissa, come fluttuasse nel vuoto. Proprio come accade con i droni, insomma.

La funzione Active Track poi consente di seguire il soggetto: scegli un’area sul display e, anche se ti muovi, la fotocamera rimane puntata verso di lì. Una chicca questa da usare in due modi: possiamo per esempio posizionare il dispositivo su un cavalletto e girandogli intorno e lui ci seguirà o, al contrario, possiamo girare noi intorno al soggetto senza mai perderlo creando un’esperienza visiva fluida e regolare.

Per un’esperienza davvero cinematografica c’è il Motion Timelapse. È una delle tecniche più difficili da eseguire con i normali dispositivi ma con Osmo Mobile diventa di una facilità impressionante. In questo caso puntiamo la fotocamera su un paesaggio, scegliamo fino a cinque punti di messa a fuoco e poi selezioniamo il tempo in cui Osmo sarà puntata verso di essi e la cadenza delle immagini che dovrà scattare.
Il risultato è un classico timelapse con i fotogrammi che si susseguono in rapidità ma in più la fotocamera si sposta da un punto all’altro senza salti, come se avessimo davvero spostato la fotocamera. Insomma, una vera chicca su mobile.

Già disponibile, Osmo Mobile è compatibile “con i modelli di smartphone più recenti”, tra cui iPhone 5, iPhone 6, iPhone 6s Plus, Samsung Galaxy S7 e Huawei Mate. Per le dimensioni, è necessario che lo smartphone sia tra i 58,6 e gli 84,8 millimetri mentre il controllo è affidato all’app Ddi Go per iOS e Android. Da ultimo ecco il prezzo: 339 euro.
The post IFA 2016: Osmo Mobile rivoluziona i video da smartphone appeared first on Wired.




Leggi la notizia completa