Il brevetto Microsoft per chattare con le persone morte

(Foto: Amazon Prime)Microsoft ha depositato un brevetto di una non meglio precisata tecnologia che permette di sfruttare i dati diffusi da una determinata persona online spaziando da foto, video e anche messaggi vocali per allestire un chatbot per poterci conversare. Sarebbe qualcosa di molto vicino alla realizzazione di un’idea vista innumerevoli volte su romanzi, film o serie tv per poter estendere in modo digitale il contatto con una persona dopo la sua morte.
La possibilità di poter interagire e conversare con una persona deceduta attraverso un avatar virtuale più o meno aderente alla figura originaria è qualcosa di molto popolare nella fantascienza. Basti citare la pellicola Transcendence del 2014 con Johnny Depp oppure la serie Upload di Amazon Prime o ancora l’episodio Torna da me di Black Mirror.
Dalla simulazione di una personalità via software al trasferimento digitale della coscienza, l’idea di oltrepassare i confini dell’esistenza …




Leggi la notizia completa