Il governo del Kazakhstan sta intercettando tutto il traffico internet criptato

Dal 17 luglio il governo del Kazakhstan ha iniziato a intercettare tutto il traffico internet https (hypertext transfer protocol over secure socket layer) all’interno dei suoi confini. Il governo di Nur-sultan (già Astana) ha incaricato i provider dei servizi internet locali di obbligare i rispettivi utenti a installare un certificato governativo su tutti i dispositivi che hanno accesso alla rete e su ogni browser utilizzato.
Il certificato permette alle agenzie governative kazake di decifrare il traffico https degli utenti esaminandone il contenuto, crittografarlo nuovamente e inviarlo alla sua destinazione originale. Gli utenti che tentano di accedere a internet senza aver effettuato la pratica sono costantemente reindirizzati verso pagine web che riportano le indicazioni su come installarlo.
In una dichiarazione pubblicata sul suo sito web, il ministero del Kazakistan per lo Sviluppo digitale, l’innovazione e l’aerospazio ha affermato che “solo gli utenti di internet nella capitale del Kazakhstan, Nur-Sultan, …




Leggi la notizia completa