Il nuovo decreto Sostegni vara incentivi ad hoc per chi investe in startup

Il decreto Sostegni bis, che ha incassato l’ok del Consiglio dei ministri, contiene un punto molto interessante per le giovani imprese italiane. Prevede infatti che coloro che decidano di investire in startup e pmi innovative non paghino tasse sulle plusvalenze degli investimenti – il cosiddetto capital gain – a patto che le tengano in portafoglio per almeno tre anni. Una misura che vale circa 30 milioni di euro all’anno, a partire dal 2025. 
Che cosa significa? Che chi deciderà di investire nella creazione di una startup o pmi innovativa, oppure di finanziarla, e terrà l’investimento per almeno tre anni, nel momento in cui vorrà vendere la propria quota, non si vedrà tassata la plusvalenza – ovvero l’incremento di valore che si è generato dal momento dell’acquisto a quello della vendita – che in Italia ammonta al 26% del valore.
“Per noi è un successo – spiega Mattia Mor, deputato di Italia Viva, che …




Leggi la notizia completa