Il riscaldamento globale mette a rischio il Pil dell’Italia

(crediti: Blend Images/Corbis)Il riscaldamento globale può avere un impatto negativo sull’economia italiana. Uno degli effetti dell’aumento delle temperature, forse non il più noto o tangibile, investe la sfera economica. La questione è presto spiegata: tre gradi in più del termometro – previsti entro la fine del secolo – porteranno a una perdita media di 23 punti percentuali del Pil pro capite, a livello mondiale. A venire favoriti, secondo una ricerca della Stanford university, saranno i Paesi a nord del mondo. Con la variazione della temperatura si stima che il Pil tedesco segnerà un +67%, quello del Regno Unito +42%, quello francese il +10%. Sfavoriti invece i Paesi del sud, tra cui l’Italia con un -26% e la Spagna a -47%.
Scenario apocalittico? Forse. Ma iniziare a interpretare quello che già stiamo vivendo è utile per fotografare la situazione: il Rapporto Coop 2019 illustra come negli ultimi 15 anni in Italia siano spariti un …




Leggi la notizia completa