La disinformazione è la base teorica dei nostri pregiudizi razziali

(foto di Sean Gallup/Getty Images)Non riusciamo a darlo ancora del tutto per scontato, ma la maggior parte delle disuguaglianze presenti nelle nostre società non sono fenomeni innati o storture di sistema inevitabili, bensì il risultato di precise campagne d’opinione, che nel tempo hanno trasformato delle plateali bugie nella base teorica dei nostri pregiudizi. Si tratta di una spiegazione valida in generale per tutte le discriminazioni, ma che diventa quanto mai pertinente quando passiamo a parlare di razzismo.
Non è un mistero che alcuni degli eventi più rilevanti degli ultimi anni siano potuti accadere anche grazie al decisivo contributo di notizie manipolate e operazioni di disinformazione su larga scala: è stato così per le elezioni americane del 2016, vinte da Donald Trump sfruttando un dibattito pubblico condizionato dalla propaganda russa – come ha concluso un report del Senato americano – e non è andata meglio al Regno Unito, che durante la …




Leggi la notizia completa