La mascherina diventa high-tech: i progetti di 3 aziende italiane

(foto: Volanthevist/Getty Images)Made in Italy, sostenibili, connesse, stampate in 3D. La “seconda generazione” di mascherine, quelle che arrivano dopo la fase 1 e i relativi problemi di approvvigionamento e scorte, cambiano pelle. Sono prodotti tecnologici, frutto di percorsi di ricerca pensati per individuare caratteristiche tecniche che uniscano funzionalità e praticità all’innovazione e ai suoi benefici. Ecco una selezione di realtà italiane che hanno messo a punto e iniziato a commercializzare articoli alternativi alle classiche mascherine chirurgiche o ffp2, ma che garantiscono lo stesso grado di protezione personale dal virus. E da pollini, smog e batteri, così da poterle usare anche quando l’emergenza sanitaria sarà rientrata del tutto.
In dialogo con l’app
Narvalo è una startup spin-off del Politecnico di Milano e di Bls, azienda lombarda specializzata nella produzione di dispositivi di protezione delle vie respiratorie. Due …




Leggi la notizia completa