L’inchiesta che ha ricostruito l’avvelenamento di Alexei Navalny

(foto: Sefa Karacan/Anadolu Agency via Getty Images)Un’indagine condotta dai siti di giornalismo investigativo Bellingcat e The Insider, in collaborazione con Cnn e Der Spiegel, dichiara di essere riuscita a ricostruire le dinamiche dell’avvelenamento dell’oppositore russo Alexei Navalny e a identificare gli agenti segreti del Cremlino che lo hanno reso possibile (dedicando un intero articolo a parte alla metodologia di investigazione utilizzata). Fra le varie scoperte, il gruppo ha portato alla luce dati “che suggeriscono fortemente che l’attentato alla vita di Navalny è stato ordinato ai vertici più alti del Cremlino”.
Il team investigativo ha ottenuto una voluminosa serie di dati sulle telecomunicazioni e sui viaggi del servizio di sicurezza federale russo (Fsb), che implicano il suo coinvolgimento nell’avvelenamento del noto politico nell’agosto del 2020, avvenuto “dopo anni di sorveglianza, iniziata nel 2017, poco dopo che Navalny aveva annunciato per la prima volta la sua …




Leggi la notizia completa