L’India vuole bloccare 257 tra app e software dalla Cina

Un manifestante a Nuova Delhi mostra un cartello che invita a boicottare le applicazioni d’origine cinese (Photo by Vipin Kumar/Hindustan Times via Getty Images)All’India non è bastato vietare l’uso di TikTok, WeChat e altre 57 applicazioni d’origine cinese. Ora il governo del paese sta valutando se estendere il divieto ad altri 275 tra applicazioni e programmi made in China. Tra i 257 titoli figurano anche il popolare videogioco Player Unknown’s Battleground (Pubg) del colosso Tencent, l’app di musica in streaming Resso di ByteDance e Aliexpress, l’applicazione di ecommerce del colosso cinese Alibaba.
Stando a quanto riportato dall’Economic Times, i funzionari del governo di Nuova Delhi avrebbero stilato un elenco di 275 programmi e applicazioni che, a loro avviso, violerebbero le norme di sicurezza e la privacy degli utenti indiani. Gli attriti tra il governo di Pechino …




Leggi la notizia completa