Luca Parmitano è partito verso la Stazione spaziale con la missione Beyond

Luca Parmitano nel simulatore della Soyuz (foto: S. Corvaja/Esa)Baikonur, Kazakhstan – Lancio nominale. Si dice così, in gergo tecnico, quando tutto va come previsto. Alle 21:28 ora di Baikonur (in Italia le 18:28), il lanciatore Soyuz Fg e la capsula Soyuz Ms-13 con a bordo Luca Parmitano (astronauta dell’Esa), Andrew Morgan (Nasa) e Alexander Skvortsov (Roscosmos) si sono staccati dalla rampa di lancio numero 1 del cosmodromo kazako.
La Soyuz si stacca dal Gagarin’s launch pad di Baikonur (foto: Sergei Savostyanov/Tass/Getty Images).Spinta da quattro propulsori che bruceranno 225 tonnellate di carburante e ossigeno liquido, in questo momento la navetta orbita a 25mila chilometri orari verso la Stazione spaziale internazionale, dove attraccherà in circa sei ore (in Italia verso mezzanotte). L’approccio rapido è stato testato la prima volta nel 2013 proprio da Parmitano. Prima, il rendez vous con la stazione orbitante richiedeva due giorni di viaggio.
Il lancio della …




Leggi la notizia completa