Navalny è riuscito a far confessare uno dei colpevoli del suo avvelenamento

(foto: Anadolu Agency)Poche ore prima che il sito investigativo Bellingcat pubblicasse online la sua inchiesta che lo riguardava, il leader dell’opposizione russa Alexei Navalny ha chiamato Konstantin Kudryavtsev, un membro del servizio di sicurezza federale (Fsb) del Cremlino, e lo ha indotto ad ammettere il coinvolgimento dell’Fsb nell’avvelenamento che l’ha colpito ad agosto di quest’anno.
Dalla Germania, dove si sta lentamente riprendendo dall’attentato alla sua vita, Navalny si è presentato al telefono con Kudryavtsev spacciandosi per un certo “Maxim Ustinov”, un assistente del capo del Consiglio di sicurezza nazionale russo Nikolai Patrushev, e l’ignaro agente ha confessato il proprio ruolo nella vicenda e ulteriori dettagli sulle modalità con cui Navalny è stato intossicato con l’agente nervino novichok.
Le nuove rivelazioni
Secondo quanto riferito da Kudryavtsev, ad agosto del 2020, l’agente di gas nervino estremamente letale non sarebbe stato somministrato a Navalny …




Leggi la notizia completa