No, gli asintomatici in Italia non sono il 95% dei positivi al coronavirus

(Foto: Antonio Masiello/Getty Images)“Il 95% delle persone positive al coronavirus è asintomatico“. È questa la frase pronunciata più volte nei giorni scorsi dal virologo Giorgio Palù, professore ordinario di Microbiologia e virologia all’Università di Padova. E che ha generato non poche polemiche. I dati ufficiali, infatti, raccontano una realtà diversa, ed esattamente che attualmente la percentuale degli asintomatici in Italia si aggira intorno al 58%.
Secondo le informazioni diffuse negli ultimi bollettini dell’Istituto superiore di sanità (Iss), gli attualmente positivi nel nostro Paese sono quasi 236mila, con un incremento dal giorno precedente di oltre 17mila nuovi casi e 141 decessi. I ricoverati in terapia intensiva sono oltre 1.200, con un aumento in 24 ore del 6,29%, mentre i ricoverati con sintomi sono oltre 12mila, con l’8,25% (991 casi) in più rispetto al giorno precedente. In isolamento domiciliare, infine, ci sono 222.403 positivi, con 13mila (6,4%) persone in più rispetto al giorno prima. Fin qui, i …




Leggi la notizia completa