Palermo Comic Convention 2016 – 2° Salone Internazionale del Fumetto

Dal 2 al 4 settembre si è svolta la Palermo Comic Convention presso la Fiera del Mediterraneo.Alla sua seconda edizione, questa manifestazione mostra ancora qualche segno di inesperienza e disorganizzazione, immersa nell’abbandono più totale di un luogo storico che ha ospitato in passato 63 edizioni di Fiera Campionaria e da 7 anni lasciata al suo destino. E sembra che il sindaco non si accorga, o non gli importa, delle condizioni in cui versa, impegnato com’è ad osannare la bellezza della sua città davanti agli ospiti internazionali.
Una Fiera che si presenta come 2° Salone internazionale del Fumetto, Games, Cinema e Nuovi media che non aggiorna il sito, non fornisce informazioni ed il programma. Ancora al giorno prima dell’apertura (ma anche adesso) si trova la scritta COMING SOON. (anche i relatori erano all’oscuro dell’orario in cui avrebbero dovuto tenere il loro intervento, scoprendolo solo poche ore prima). Ma fossero solo questi i problemi riscontrati prima e durante l’evento. Purtroppo non lo sono. 
La presenza di Lucy Lawless, ospite d’onore di questa edizione, non può certo coprire tutte le mancanze organizzative. Anche se come spesso accade appena ci si ritrova al cospetto di questa star di fama mondiale, durante il red carpet o il Q&A, immersi nell’evento ci si dimentica delle carenze e si pensa solo a vivere il momento arrivando persino ad elogiare lo sforzo profuso dall’organizzazione per regalare ai visitatori momenti indimenticabili.
Ma indimenticabile sarà sicuramente anche il caldo asfissiante dentro il padiglione o le sale dell’Area Cinema e serie Tv senza aria condizionata (probabilmente non più funzionante dopo tutti questi anni).
Qualcosa di indescrivibile, insopportabile, umanamente inaccettabile. Abbiamo assistito agli incontri rischiando malori e svenimenti. Nell’unico padiglione con gli stand, aperti dalle 10 alle 22, che, senza esagerare, toccava i 50 gradi per quasi tutta la giornata hanno ovviato al problema posizionando un grande ventilatore all’ingresso che, ovviamente, non forniva l’aria per tutti. I visitatori potevano cercare refrigerio all’esterno (36/40 gradi) e poi rientrare ma gli standisti si sono dovuti arrangiare con piccoli ventilatori personali (personali!) o ventagli di fortuna per non morire asfissiati (credetemi, non sto esagerando).
Si, avete letto bene, un solo padiglione dedicato alle case editrici e agli artisti che hanno presentato le loro opere, ai negozi di gadgets, all’area giochi, alle conferenze, alle mostre. Tutti insieme. Tutto concentrato li.

Sembra che io voglia solo lamentarmi e trovare aspetti negativi alla manifestazione. Purtroppo ce ne sono stati molti ed hanno reso difficile la fruizione soprattutto per chi aveva l’abbonamento per 3 giorni e l’offerta non era sicuramente commisurata. A far da contorno al gran caldo incontrastato, al caos organizzativo ed agli appuntamenti con la protagonista di Xena c’era comunque un programma abbastanza vario per tutti gli appassionati.
I nomi di spicco di questa edizione sono stati il maestro Lele Vianello presente tutti e tre i giorni ed omaggiato con una mostra di acquarelli originali per celebrare la sua arte, vari youtuber, Maurizio Merluzzo famoso per aver doppiato Sai in Naruto e Ragnar il protagonista della serie tv Vikings, David Lloyd illustratore e co-autore di V per Vendetta, Maul famoso Cosplayer tedesco che ha portato il personaggio di Geralt di The Witcher 3: Wild Hunt.

Nell’area social si è assistito ad alcune proiezioni, agli incontri con i Youtuber ed i Cosplayer, ai Meet The Fans di Lucy Lawless (solo per chi aveva acquistato i pochi pass gold e silver) di #TheMerluzz e Maul, alla conferenza stampa del simpaticissimo Daniele Trombetti, attore che ha interpretato Tazzina nel film italiano dell’anno “Lo chiamavano Jeeg Robot” che ha parlato del successo ottenuto dal film, dei suoi colleghi sul set, del regista Gabriele Mainetti, del suo personaggio, del suo approccio alla recitazione e anche alla vita.

L’intrattenimento serale è stato affidato ai concerti di Giorgio Vanni (interprete di tantissime sigle di cartoni animati) e Stefano Bersola (conosciuto per la sigla di Lamù e Ken il Guerriero).
Come ogni Fiera del settore che si rispetti non poteva mancare il COSPLAY Contest presentato da Maurizio Merluzzo, evento di spicco dell’ultimo giorno di Fiera. Presidente della giuria il cosplayer Maul. Sul palco allestito all’esterno del padiglione si sono alternati tantissimi personaggi ispirati dai Manga, dai film e serie tv, dai fumetti, dai videogames.
Tra supereroi, mostri, robot, guerrieri a vincere il contest con il beneplacito di tutta la giuria è stato un personaggio di una saga cinematografica (tratto dai libri), Hermione Granger. Decisione che ha visto anche l’approvazione del pubblico. Un plauso va sicuramente a Maurizio Merluzzo per l’ottima conduzione, per aver saputo intrattenere (e trattenere) il vasto pubblico nonostante il sole cocente.

Questa edizione si chiude con un numero crescente di partecipanti. E’ sicuramente un’ottima notizia. Che sia di auspicio per le prossime edizioni che, se ben curate ed organizzate, possono sicuramente diventare un appuntamento importante nel panorama nazionale. I margini di miglioramento ci sono.
The post Palermo Comic Convention 2016 – 2° Salone Internazionale del Fumetto appeared first on TvSerial.




Leggi la notizia completa