Piccola prova delle AirBuds, i nuovi auricolari di Apple

(Foto: Maurizio Pesce / Wired)
San Francisco — Ma quindi, come si sente la musica con il nuovo iPhone? Si sente come prima, con una piccola complicazione in più, ma anche la possibilità che la situazione migliori di molto nel futuro. Gli iPhone 7, infatti, sono privi di uscita audio da 3,5mm, quella destinata ai jack per le cuffie. E ora? E ora basterà usare l’adattatore Lightning per i vecchi auricolari col filo o una qualsiasi cuffia bluetooth.
Nel corso dell’evento, Apple ha annunciato tre nuove Beats wireless con processori aggiornati e autonomia super, oltre alle innovative AirPods. Leggere, leggerissime, ideali per perdersi con facilità, sono esattamente come le attuali EarPods, ma senza filo, creando un primo effetto WTF per quel bastoncino bianco che fuoriesce dall’orecchio, ma non va da nessuna parte. Eppure, a una seconda occhiata, è così corto da non essere irritante come molti auricolari bluetooth in circolazione. Il vantaggio della forma è nello spazio dedicato alla batteria, che ora riesce ad arrivare a 5 ore di autonomia (che diventano 24 con la ricarica wireless integrata nell’astuccio magnetico in cui vanno riposte per non perderle in continuazione).
(Foto: Maurizio Pesce / Wired)
Le ho potute provare per qualche minuto a margine della presentazione. Indossate, le AirPods si sentono nell’orecchio proprio come gli auricolari in dotazione con ogni iPhone negli ultimi 4 anni, anche se danno una sensazione di maggior leggerezza dovuta all’assenza del cavo. La forma è quella che conosciamo, ed è una delle poche che mi garantisce che l’auricolare resti al suo posto a lungo, molto più delle in-ear che a me cadono in continuazione — allo stesso modo immagino che ci sia chi invece non riesce a sopportare la forma delle EarPods, e allora questo nuovo modello wireless non fa proprio per voi. Il suono è il solito, non eccellente, ma così buono da soddisfare la gran parte della gente e mi è sembrato perfino migliore di quello che sento abitualmente dagli auricolari col filo: la musica si diffonde avvolgente, riempiendo i padiglioni, e il microfono ora è integrato nel tubicino, per gestire Siri e fare chiamate.
Connetterle all’iPhone è una questione di mezzo secondo, il tempo di aprire la scatolina e veder comparire sullo schermo del telefono il dettaglio della carica di auricolari e astuccio. Succede grazie al chip Apple W1 inserito nell’iPhone, che permette di saltare tutto il solito processo di accoppiamento via bluetooth. È tutto talmente automatico da non essere nemmeno intuitivo: le AirPods fanno tutto da sole, e via iCloud possono essere associate automaticamente anche ai nuovi Mac, Watch, iPod e iPad.
(Foto: Maurizio Pesce / Wired)
La riproduzione parte automaticamente quando le AirBuds vengono indossate, e si mette in pausa quando se ne toglie (almeno) una. Sono ottimizzate per eliminare il rumore di sottofondo, anche durante le chiamate e non solo in ascolto ma anche nella trasmissione della voce. Non c’è una zona touch su cui scorrere il dito per dare comandi, ma Apple le ha programmate per svegliare Siri con due tap sull’orecchio: all’assistente vocale, poi, si può chiedere qualunque cosa, come di consueto, compreso di alzare o abbassare il volume. Per chi come me è abituato a usare frequentemente i comandi sul filo per cambiare brano, bisognerà adattarsi a questa nuova condizione e vedere quanto sia effettivamente comoda, oltre che soltanto WOW.
(Foto: Maurizio Pesce / Wired)
In generale, la prima prova è stata positiva: difficile dire se solo positiva o abbastanza buona da giustificare una spesa di 179 euro — questo infatti è il prezzo delle AirBuds quando arriveranno in Italia, a fine ottobre, mentre nella scatola degli iPhone 7 si troveranno i nuovi EarBuds con connessione Lightning e un adattatore per continuare a usare qualsiasi vecchia cuffia con jack da 3,5 mm. Di certo la sensazione di libertà che regalano è superiore a quella che ho mai provato con un qualsiasi auricolare col filo, EarPods comprese.
The post Piccola prova delle AirBuds, i nuovi auricolari di Apple appeared first on Wired.




Leggi la notizia completa