Più bici e monopattini, meno auto: come cambia la sharing mobility

AmiGo, il servizio di car e bike sharing di Palermo (fonte: Facebook, credits Francesco Militello Mirto)Se la bicicletta ha il freno rotto o la ruota bucata, c’è un sistema semplice e non propriamente hi-tech per segnalarlo: “Girare il sellino”. Certo, c’è ancora qualche dettaglio da mettere a punto, ma il bike sharing a Palermo è una realtà consolidata. Ed è proprio la città siciliana a guidare il rilancio del settore della mobilità condivisa, in cerca della ripresa dopo lo stop legato al lockdown, come Wired ha raccontato. Un calo che ha travolto anche i comparti collegati, da quello delle assicurazioni al petrolifero, con flessioni importanti nonostante i prezzi ridotti del carburante. I dati sono stati resi noti nel corso della giornata di apertura della quarta Conferenza nazionale sulla sharing mobility.
Segnali incoraggianti
Il telelavoro ha cambiato le abitudini di …




Leggi la notizia completa