Quarantena “part-time” per gli operatori sanitari lombardi. Che senso ha?

(foto: AFP via Getty Images)In Lombardia se sei un operatore sanitario e hai avuto un contatto a rischio con una persona positiva al coronavirus devi sì stare in quarantena fino all’esito del test molecolare, ma solo nel tuo tempo libero. A lavorare devi andare comunque.
Questo – in soldoni – quanto raccomandato da una circolare della Regione Lombardia inviata alle direzioni generali di Ats, Asst e Fondazioni Irccs di diritto pubblico il 26 ottobre scorso. Indicazioni che dire che fanno discutere è poco: i sindacati sono furenti, senza contare che si rischia davvero di far diventare ambulatori e ospedali luoghi pericolosi.
Quarantena part-time
La lettera a firma della direzione generale dell’assessorato al Welfare della Lombardia ha come oggetto “raccomandazioni per la prevenzione dei contagi da Sars-CoV-2 tra gli operatori sanitari e socio-sanitari”, e tra vari consigli più o meno superflui, più o meno utili, butta lì anche quella che è …




Leggi la notizia completa