Sanremo col pubblico o senza Amadeus, lo psicodramma di cui non avevamo bisogno

Che sul pubblico di Sanremo si sia scatenata una specie di crisi di mezza pandemia è ormai evidente. Oggi addirittura Amadeus, direttore artistico e conduttore, sembrerebbe minacciare di mollare tutto. La ragione? Il progetto di portare in platea al teatro Ariston coppie di figuranti, pagate e controllate come accade in altri programmi tv che ne hanno fatto o ne fanno uso (vedi fra gli altri C’è posta per te o X-Factor), non sembrerebbe possibile. Il ministro Dario Franceschini, evidentemente impegnato giorno e notte a costruire la “Netflix della cultura”, ha detto che no, l’Ariston non è uno studio televisivo ma un teatro quindi le poltrone devono restare vuote: niente pubblico pagante ma neanche quelle figure professionali che da mesi, e in base alle disposizioni governative, popolano molti studi tv in quanto ritenuti “soltanto un elemento ‘coreografico’ o comunque strettamente funzionale alla trasmissione“, ferme restando le norme di igiene, …




Leggi la notizia completa