Se il lavoretto d’estate lo fa un robot

Il robot PepperPer molti statunitensi, il primo lavoro consiste nel fare il cassiere al McDonald’s. Per molti altri, lavorare come commesso in un centro commerciale. Si tratta quasi sempre di mansioni noiose e ripetitive. Grazie alle quali, però, molti adolescenti costruiscono le proprie attitudini al lavoro, e trovano una sorta di educazione su come si sta al mondo.
Che costituisca una utile lezione di vita, oppure mera alienazione, il “lavoretto” prima o durante gli anni dell’università o delle scuole superiori è un primo passo verso il mondo degli adulti. Che però rischia di essere soppressa dal convitato di pietra che si aggira per l’Occidente sviluppato: l’automazione.
L’effetto sul mercato del lavoro
È un argomento su cui negli ultimi anni si è dibattuto alternando utopie radicali e toni apocalittici. L’avanzamento dell’intelligenza artificiale ha dapprima fatto scattare diversi campanelli d’allarme nel mondo politico e …




Leggi la notizia completa