Secondo l’Onu l’Europa dovrebbe riprendere le operazioni di soccorso in mare

(foto: Marco Di Lauro/Getty Images)L’Alto commissariato delle nazioni unite per i rifugiati (Unhcr) e l’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim) hanno lanciato un appello a tutti gli stati europei affinché permettano alle ong di continuare a salvare migranti e rilancino le operazioni congiunte di salvataggio in mare.
Il riferimento è soprattutto all’operazione Mare Nostrum lanciata dal governo italiano nel 2013, e all’operazione Triton di controllo delle frontiere Ue che l’ha sostituita dal 2014 al 2018. Secondo le stime, nel complesso queste missioni hanno salvate circa 150mila persone. Nella categoria indicata potrebbe, però, rientrare anche l’operazione Sofia, nata con l’avvallo dell’Onu per contrastare il traffico di essere umani, e interrotta alla fine dell’anno scorso per alcune divergenze tra l’Italia e gli altri stati (sostanzialmente, Salvini non voleva che i migranti sbarcassero in Italia).
“Nel passato recente, le imbarcazioni europee impegnate in attività …




Leggi la notizia completa