Secondo uno studio la pandemia ha reso i gatti più affettuosi

(foto: Peter Raimann via Pixabay)Anche i gatti, come noi, si sono “abituati” alla pandemia, o meglio al nostro nuovo stile di vita, più casalingo e meno mondano. Uno studio scientifico conferma l’impressione di molti padroni di mici che si sono trovati a condividere molto più tempo durante i lockdown: secondo più di due persone su tre i felini sono cambiati durante e dopo la prima ondata di coronavirus, diventando più affezionati e attaccati a noi. L’indagine, pubblicata su International Journal of Environmental Research and Public Health, conferma che anche i nostri amici a 4 zampe sono abitudinari e modificano il loro comportamento in base ai cambiamenti, come noi. Una prova in più del fatto che bisognerà riabituarli a nuovi ritmi e, nell’immediato, organizzare meglio anche le loro vacanze, non lasciandoli troppo soli.
Come cambia l’umore nella pandemia
I ricercatori dell’università di York e di Lincoln, …




Leggi la notizia completa