Signal si è presa una rivincita sulla società che hackera Signal

(foto: Rafael Henrique/SOPA Images/LightRocket via Getty Images)Signal ha hackerato il dispositivo marchiato Cellebrite utilizzato in alcuni paesi dalle forze dell’ordine per bypassare la sicurezza dei dispositivi mobili ed accedere alle conversazioni private sulle piattaforme di messaggistica criptate.
A compiere l’hacking è stato Moxie Marlinspike, lo stesso fondatore della piattaforma di messaggistica criptata, nota per l’alto livello di protezione delle informazioni. L’hacking può essere visto come una piccola vendetta di Signal nei confronti di Cellebrite, società israeliana che a dicembre si era vantata di essere riuscita a violare Signal e a permettere l’accesso alle sue conversazioni criptate. In quell’occasione Signal aveva smentito l’affermazione fatta dalla società d’intelligence digitale, spiegando che, tramite il software  Physical Analyzer gli esperti di Cellebrite erano riusciti a entrare in un dispositivo mobile in loro possesso e, una volta sbloccato, erano riusciti ad accedere alla chat …




Leggi la notizia completa