Stasera Marte sarà alla minima distanza da noi. Ecco dove guardare

(Foto: Nasa)Marte non vuol smettere di far parlare di sé. Solamente alcuni giorni fa, infatti, è arrivata la straordinaria e tanto attesa scoperta dei ricercatori italiani dell’Istituto nazionale di astrofisica (Inaf), Agenzia spaziale italiana (Asi), Università di Roma Tre, Cnr, Università di Chieti e Università di Roma La Sapienza, che hanno individuato un bacino sotterraneo di acqua allo stato liquido sul pianeta rosso. Il 27 luglio scorso, invece, brillava accanto alla Luna, durante l’eclissi lunare più lunga di questo secolo. E ora Marte tornerà a essere nuovamente il protagonista di questa ultima giornata di luglio: infatti, intorno alla mezzanotte di oggi il pianeta si troverà alla minima distanza dalla Terra, ed esattamente a 57.590.630 chilometri. Un evento che si ripete ciclicamente circa ogni 26 mesi, ma una distanza così ravvicinata non veniva raggiunta da ben 15 anni (dal 2003).
Get outside TONIGHT to see Mars as it approaches Earth closer than it has been in 15 years! Here’s what you need to know: https://t.co/ttrx73J9AV pic.twitter.com/NUs1w96p7W
— NASA (@NASA) July 31, 2018

Oltre ad essere uno spettacolo per tutti gli appassionati del cielo, questa è un’occasione ottima anche per le osservazioni scientifiche. Tanto che nei giorni scorsi la Nasa ha potuto scattare alcune immagini che mostrano una tempesta di sabbia sulla superficie marziana. “Quando Marte è in opposizione, cioè dalla parte opposta del Sole rispetto alla Terra, si verifica un allineamento tra i pianeti e la stella, con la Terra nel mezzo”, ha spiegato all’Ansa Silvia Casu, dell’osservatorio di Cagliari dell’Istituto nazionale di astrofisica (Inaf). “Si tratta di un fenomeno interessante, perché durante l’opposizione il pianeta rosso è completamente illuminato dal Sole e alla distanza minore dalla Terra”.

Avendo un’orbita ellittica, Marte si trova ciclicamente a una distanza minima e massima da noi. In particolare, le distanze minime raggiunte dal pianeta, precisa Casu, si verificano ogni 26 mesi e non sono sempre uguali, essendo influenzate dall’attrazione gravitazionale esercitata da Giove. Stati attenti, perciò, alle fake news che stanno girando in rete: “non è vero che il 31 luglio Marte apparirà grande come la Luna”, precisa la Nasa. “Se così fosse sulla Terra avremmo enormi problemi legati all’attrazione gravitazionale di Marte e Luna insieme”.
(Foto: Nasa)Quindi, a partire dal tramonto di stasera, occhi puntati all’insù: la direzione verso cui guardare per ammirare il pianeta rosso è verso Sud-Est, poco sotto la Luna. Se il tempo sarà sfavorevole, potrete godervi l’evento grazie alla diretta streaming sul canale tv della Nasa.

The post Stasera Marte sarà alla minima distanza da noi. Ecco dove guardare appeared first on Wired.




Leggi la notizia completa