Su Facebook i post contro i vaccini anti Covid-19 sono responsabilità di un piccolo gruppo

(Photo Illustration by Rafael Henrique/SOPA Images/LightRocket via Getty Images)Uno studio condotto da Facebook, ottenuto dal Washington Post, dimostra come un piccolo gruppo di utenti della piattaforma sia responsabile della condivisione di gran parte dei contenuti che diffondono scetticismo e rifiuto dei vaccini anti Covid-19. Inoltre, i dati raccolti riportano un collegamento tra questi contenuti e i sostenitori delle teorie del complotto del gruppo statunitense QAnon, connesso all’assalto della sede del Congresso degli Stati Uniti da parte dei sostenitori di Donald Trump lo scorso 6 gennaio.
Lo studio cerca di capire come la diffusione di informazioni false da parte di certi utenti abbia contribuito allo scetticismo o al rifiuto di alcune fasce della popolazione verso le vaccinazioni. La piattaforma di Zuckerberg ha oscurato ogni contenuto chiaramente falso o fuorviante relativo al coronavirus dallo scorso dicembre, ma molti post restano in una zona grigia che alimenta le cosiddette echo …




Leggi la notizia completa