Tagli ai parlamentari, la crociata di Di Battista per le elezioni europee

Non c’è da stupirsi se, nella loro diretta Facebook di Capodanno dalle piste della Val di Fassa, Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista (il democratico revolucionario low cost che chiama i giornalisti “puttane”) hanno messo al centro degli obiettivi del 2019 il taglio dello stipendio dei parlamentari.  Serve una battaglia forte, di quelle seminali, da caricare sulle spalle di Dibba, appena rientrato dal Sudamerica dopo i suoi sette mesi a fare il giornalista (sì, amano i cortocircuiti). Questo per consentirgli di arginare la scalata di Matteo Salvini in vista delle elezioni europee di fine maggio.
Cosa dovremo aspettarci dai primi mesi dell’anno? Per i più pessimisti il governo per come l’abbiamo conosciuto avrebbe esaurito la sua azione con la (martoriata) legge di bilancio approvata il 30 dicembre sul filo del rasoio. Anzi, in “zona Cesarini”, come ama dire il presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Nel senso che la …




Leggi la notizia completa