Takoua Ben Mohamed è la fumettista che lotta contro gli stereotipi razziali

di Gabriella Cantafio
“Per i bianchi sono nera e per i neri sono bianca. Sono tunisina e sono italiana. Sono tutto e sono niente. Ma la cosa che mi dà più fastidio è essere categorizzata per il velo che indosso e non vedere riconosciuta la mia professionalità”. Takoua Ben Mohamed, classe 1991, è fumettista, producer e autrice della graphic novel Il mio migliore amico è fascista, edito da Rizzoli. Tra le pagine di questo suo primo libro per ragazzi è racchiusa la sua storia che l’ha portata a valicare la “porta del Sahara” per giungere in Italia, dove ad attenderla c’era il papà e tanti pregiudizi. “Sono arrivata a otto anni con mia madre e i miei fratelli più grandi, per ricongiungerci con mio padre, rifugiato politico in Italia, costretto ad andar via dalla Tunisia per aver partecipato a manifestazioni di protesta contro la dittatura di Ben Ali”, racconta …




Leggi la notizia completa