Tonno in scatola, cracker e umanità ai minimi termini alla mensa di Verona

Non siamo razzisti e neanche classisti. Ma diamo una scatoletta di tonno e un pacco di cracker a una bambina che ha un’unica colpa: i suoi genitori, in difficoltà economiche, non hanno pagato la mensa scolastica. Accade nel veronese, dove una ragazzina che frequenta la scuola elementare di Minerbe non ha più accesso alla mensa perché le autorità hanno appurato che i genitori non hanno pagato la retta. Lungi dal volere affamare la studentessa, i vertici del plesso scolastico hanno comunque offerto una scatoletta di tonno. I magnanimi cuori dei responsabili non si sono limitati a fornire proteine di elevata qualità e omega-3 racchiusi in una latta, ma hanno persino pensato all’apporto di carboidrati, elargendo un ottimo pacco di cracker.
Purtroppo però alla ragazzina non è bastato. Quando si è accorta che i compagni di classe mangiavano regolarmente, vedendo i propri amici ricevere un normale pasto, si è …




Leggi la notizia completa