Tranne la Valle d’Aosta, dal 21 giugno tutta Italia è in zona bianca

Da lunedì 21 giugno, sulla base dei dati del monitoraggio della cabina di regia dell’Istituto superiore della sanità (Iss) e come confermato dalle ordinanze del ministro della Salute Roberto Speranza, anche Sicilia, Marche, Toscana, Calabria, Basilicata, Campania e la provincia autonoma di Bolzano entrano in zona bianca. L’unica regione in Italia a restare in zona gialla è la Valle d’Aosta, che dovrà aspettare almeno un’altra settimana prima di allentare quasi tutte le limitazioni imposte per contenere il contagio. In zona bianca resta l’obbligo di indossare le mascherine e rispettare il distanziamento sociale, ma vengono aboliti il coprifuoco e i limiti agli spostamenti.
Nelle zone gialle dal 7 giugno il coprifuoco è stato posticipato a mezzanotte, mentre dal 15 giugno hanno riaperto i parchi divertimento ed possibile organizzare feste e ricevimenti, a patto che gli invitati siano muniti di green pass che attesti vaccinazione, guarigione o la negatività al …




Leggi la notizia completa