Twitter, ora le menzioni nelle risposte non rientrano più nei 140 caratteri

Il tentativo di Twitter per allungare il contenuto dei tweet senza rinunciare alla cifra stilistica dei 140 caratteri è storia di lungo corso. Quasi un anno fa il primo tentativo di guadagnare un po’ di spazio evitando di contare gif e foto, video e sondaggi e ora, per morsicare una manciata di caratteri, il social annuncia che neanche gli username saranno più conteggiati. L’operazione sarà anche visivamente segnalata: il nome della persona a cui si sta rispondendo apparirà sopra al testo del Tweet anziché al suo interno.
Sarà possibile selezionare “Rispondi a…” per vedere e controllare facilmente chi fa parte della vostra conversazione.
A gennaio del 2016, la piattaforma ipotizzò addirittura un’espansione del corpo testo, che ne avrebbe snaturato l’essenza (e il funzionamento). “Gli aggiornamenti che stiamo introducendo oggi si basano sui vostri feedback, così come sulla nostra continua ricerca e sperimentazione”, spiega l’azienda: “Nei nostri primi test di questa nuova user experience, abbiamo rilevato come le persone siano maggiormente coinvolte nelle conversazioni su Twitter”.
L’aggiornamento è disponibile per la versione da desktop e per quella mobile dell’app, sia per iOS che per Android.
The post Twitter, ora le menzioni nelle risposte non rientrano più nei 140 caratteri appeared first on Wired.




Leggi la notizia completa