Vendere prodotti derivati dalla cannabis light è reato, dice la Cassazione

(foto: LaPresse/ Claudio Furlan)I cannabis shop potrebbero essere presto costretti a chiudere. Le sezioni unite penali della Corte di Cassazione, presiedute dal presidente aggiunto Domenico Carcano, hanno stabilito che vendere i prodotti derivanti dalla cannabis light è un reato.
La sentenza è arrivata nell’ambito di un procedimento a carico di un commerciante di cannabis light nelle Marche. Il procuratore capo di Ancona aveva deciso di rivolgersi alla Suprema corte dopo che il Tribunale del riesame aveva annullato il sequestro della merce da lui disposto.
I giudici hanno motivato la sentenza spiegando che la legge del 2016 sulla cannabis light “qualifica come lecita unicamente l’attività di coltivazione di canapa delle varietà iscritte nel catalogo comune delle specie di piante agricole” per uso a fini medici. L’olio, le inflorescenze (i rami coi fiori), la resina (un estratto alcolico) e tutti gli altri prodotti derivati dalla cannabis sativa, una delle …




Leggi la notizia completa