Venezia, cos’è il protocollo sulla parità di genere firmato dalla Mostra del cinema

Il direttore della Mostra del cinema Alberto Barbera e il presidente della Biennale Paolo Baratta (foto: Getty)In questi mesi uno dei temi più caldi nell’industria dell’intrattenimento, e in particolare in quella cinematografica, è sicuramente la parità di genere. Se n’è discusso molto anche in relazione alla Mostra del cinema di Venezia che, per il secondo anno consecutivo, ha attirato diverse critiche per la scarsa rappresentazione di registe donne (nel concorso ufficiale anche quest’anno ce n’è solamente una, Jennifer Kent). Ma la manifestazione veneziana è corsa ai ripari: dopo le dichiarazioni incoraggianti del presidente di giuria Guillermo del Toro, infatti, oggi è stato firmato un protocollo che segnala un preciso impegno verso le pari opportunità.
Il presidente della Biennale Paolo Baratta e il direttore del festival Alberto Barbera, con il sostegno di Dissenso Comune (il movimento delle professioniste del cinema italiano nato dopo il #MeToo) e Women in Film, Television & Media Italia, hanno infatti siglato l’accordo proposto dall’associazione francese 50/50 by 2020, che appunto ha come obiettivo il raggiungimento di un’equa rappresentazione di uomini e donne nel mondo dello spettacolo entro i prossimi due anni. Secondo i dati riportati dall’Hollywood Reporter solo il 22% dei film proposti al concorso sono a opera di donne, una percentuale inferiore rispetto a altri ambiti della stessa Biennale (38% per quella d’Arte e 35% per quella d’Architettura).
Firmato in precedenza dai festival di Cannes (dove tutto ha avuto origine), Locarno e Sarajevo, il protocollo impegna la Mostra a diffondere le statistiche riguardo ai film che vengono proposti al concorso e rendere trasparenti le attività di selezione; allo stesso tempo l’impegno è quello di raggiungere al più presto un numero pari di donne e di uomini all’interno delle strutture amministrative della Mostra stessa. Inizialmente contrario all’introduzione delle quote e difensore degli sforzi già compiuti dalla sua organizzazione, il direttore Barbera è tornato sui suoi passi: “Abbiamo un obiettivo comune e dobbiamo percorrere uno stesso percorso per raggiungerlo, e dobbiamo farlo insieme”, ha dichiarato.
The post Venezia, cos’è il protocollo sulla parità di genere firmato dalla Mostra del cinema appeared first on Wired.




Leggi la notizia completa